martedì 22 maggio 2012

Biscotti cioccolato e menta di Nigella


Ormai tra web e lavoro il tempo per guardare la TV scarseggia, anche se ho degli appuntamenti fissi con la mia tv durante la settimana , e a nulla servono le lamentele di Stefano che invece vorrebbe guardare documentari e basta.
Il lunedì c'è Grey's Anatomy: faccio l'infermiera, cosa vi aspettavate?
Il martedì guardo C'era una volta e ovviamente il giovedì non posso perdermi Private Practice.
Naturalmente stiamo parlando di programmazione SKy, perchè ho rinunciato a guardare il digitale terrestre già da due anni e ne sono ben felice! Iizialmente faceva parte dei regali di compleanno per Stefano però alla fine ci ho preso gusto anche io.
E' proprio grazie al signor Sky che ho conosciuto Nigella, di cui vi ho già parlato quando ho preparato la cheesecake alla Nutella, ed è grazie al suo saper vivere che ieri pomeriggio ho preparato questi biscotti meravigliosi, un vero comfort food in grado di tirare su il morale anche al più depresso.
Aggiungiamo pure che ultimamente in Italia l'umore non è dei migliori, e che quindi il cibo di conforto diventa un componente indispensabile della nostra dieta, senza abusarne però viste le migliaia di calorie.

Per fare questi biscotti non serve quasi nulla, solo 2 ciotole e un bel cucchiaio di legno. Si sporca molto e alla fine credetemi si gode molto!


BISCOTTI AL CIOCCOLATO E MENTA
dosi per circa 26 biscotti

100 gr di burro morbido
150 gr di zucchero di canna chiaro
1 uovo
150 gr di farina
35 gr di cacao in polvere (io ho usato quello amaro)
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di aroma di vaniglia (per me 1 bustina di vanillina)
200 gr di gocce di cioccolato

x la glassa:
75 gr di zucchero a velo 
1 cucchiaio di cacao
2 cucchiai d'acqua bollente
1/4 di cucchiaio di aroma di menta (x me 2 cucchiai di infuso di menta)


Accendiamo il forno a 180°C.
In una ciotola amalgamiamo la farina, il cacao e il lievito.
A parte lavoriamo il burro morbido con lo zucchero di canna.
Uniamo lentamente i due composti mescolando bene col cucchiaio.
Per ultime aggiungiamo le gocce di cioccolato.
L'impasto esce molto denso, io per lavorarlo meglio ho preferito aggiungere 3 cucchiai di latte.
Distribuiamo l'impasto a cucchiaiate sulla placca foderata con carta forno lasciando un po' di spazio tra l'una e l'altra.
Cuociamo per circa 10 minuti, poi sforniamo e lasciamo riposare qualche minuto, infine mettiamo su una gratella a freddare.
Intanto prepariamo la glassa scaldando gli ingredienti indicati sul gas finchè non sono ben amalgamati.
Nigella usa l'aroma di menta, io purtroppo non ne ho trovato per cui mi sono dovuta igegnare creando una specie di tisana mettendo in 1/2 bicchiere d'acqua una ventina di foglie di menta e passando tutto al microonde per 1 minuto circa.
Di questo infuso come già detto ne uso 2 cucchiai.
Una volta che glassa è pronta, possiamo versarla con un cucchiaino sopra i biscotti con un movimento a zig zag.
Per evitare di sporcare fate come Nigella: mettete sotto la gratella qualche foglio di giornale.
Lasciamo asciugare la glassa e serviamo.



7 commenti:

Batù ha detto...

cioccolatosi allo stato puro! per gli amanti come me, ci vai a nozze! bellissime anche le foto!

maria ha detto...

Ciao sono Maria ho scoperto solo ora il tuo delizioso blog: ma che belle ricette, questi biscotti mi piacciono un sacco!!!!

Strawberryblonde ha detto...

Grazie per essere passata da me! Molto interessanti queste ricette. Te ne rubo un po'!

Love at first bite! ha detto...

thank you ! :)

giulia ha detto...

di nuovo, grazie ^_^ invitantissimi!!!!

Cristina ha detto...

voglio sporcare tutto!!! Ma dimmi... l'aroma menta non è sostituibile con un goccio di sciroppo alla menta? In caso mi devo ingegnare a trovare questo ingrediente o faccio come te con le foglie di menta.... piperita va bene?
Grazie
Cri

Roberta ha detto...

dovrebbe andare bene anche un pochino di sciroppo, è giusto per dargli un tocco di sapore

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.