martedì 15 maggio 2012

Biscotti panna e grano saraceno


Giovedì pomeriggio.
Io e la mia amica Chiara decidiamo di andare in un centro termale per rilassarci un po' prima delle nozze (le sue, non certo le mie). Mettiamo un vestitino e sotto il costume da bagno.
In reception ci accoglie una signora bionda sulla cinquantina vestita con la divisa del centro con la quale  teniamo una breve conversazione.
Signora: "cosa volete fare ragazze?"
Noi: "sauna, bagno turco e massaggio"
Signora: "A che ora volevate fare?"
Noi: "Anche subito"
Signora: "Però per il massaggio non c'è la ragazza"
Noi:"Va bene allora saltiamo il massaggio".
A questo punto la donna scruta bene Chiara e poi le dice:
"Comunque qui il costume non si mette, si sta nudi, perchè il costume da bagno non fa respirare la pelle, ma non temete, avrete l'asciugamano addosso".

Sentito questo stavamo per andare via, ricordando di aver visto alla tv centri che di estetico avevano molto poco, ma che abbondavano in quanto a prestazioni sessuali.
Alla fine però ha vinto la curiosità e la voglia di relax, così ci siamo ritrovate ognuna nel proprio camerino a denudarci prima e a coprirci poi  con asciugamano e accappatoio.
Subito un signore strano sulla sessantina ci invita in sauna per l'Aufguss, come se fosse qualcosa di estremamente idivertente e noi un po' inibite l'abbiamo seguito, ci siamo accomodate assieme a un'altra decina di uomini e una ragazza e abbiamo atteso l'inizio di questa cosa.
Di fatto l'aufguss consiste nel getto di acqua fredda e aromi sulle pietre della stufa che produce una nuvola di vapore, la quale verrà indirizzata verso le persone da un'addetto tramite lo sventolio di un asciugamano.Il tutto si svolge in totale silenzio per circa 10 minuti.
Non fatevi ingannare, in questa pratica non c'è nulla di rilassante, anzi, ogni sventolata di aria bollente in faccia sembra avvicinarvi sempre più al calo pressorio che vi farà svenire da un momento all'altro. Io e Chiara cercavamo di resistere strette l'una vicina all'altra, e alla prima pausa siamo letteralmente scappate dalla sauna maledetta, per andarci a rifugiare in sala relax dove abbiamo riso come matte.
Dopo un po' il nostro amico ci ha invitate al secondo giro di Aufguss. Secondo voi abbiamo accettato?



Ora lasciamo perdere le avventure di Roberta e Chiara in giro per il mondo e dedichiamoci a questi biscotti meravigliosi. Il sapore è rustico, pieno e sa di famiglia. 
Vi consiglio di mangiarli cosparsi di marmellata di arance a colazione, vi daranno il giusto sprint!


BISCOTTI PANNA E GRANO SARACENO


Ingredienti:

350 gr di farina
150 gr di farina di grano saraceno
150 gr di zucchero
350 ml di panna fresca
1 uovo
1 bustina di lievito 
sale.

Impastiamo tutto insieme in una ciotola capiente aggiungendo farina o panna a seconda che il composto risulti troppo morbido o troppo duro.
Infariniamoci le mani e formiamo dei bastoncini di lunghi circa 10 cm e con un diametro di circa 1 cm.
Inforniamo a 180°C per circa 10 minuti.


1 commento:

Emily ha detto...

Che avventura interessante e che biscotti gustosi, bravissima!Un abbraccio, ciao e a presto!

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.