lunedì 20 agosto 2012

Torta al cioccolato senza uova e senza burro



Passiamo tutta la nostra giovinezza a sembrare più grandi: più sofisticate, eleganti, interessanti.
Poi improvvisamente ci cadono le braccia in terra se qualcuno inizia a darci del lei. 
Subito ci sentiamo come le vecchie a cui offrivamo il posto sull'autobus ai tempi della scuola, e la mente vola donne di mezza età con il filo di perle al collo e la più classica delle Chanel sotto braccio.
Inizialmente era la cameriera in ristorante che pensi ti dia del lei per cortesia e professionalità, poi la commessa della Rinascente, ma anche stavolta non ci fai caso e credi sia una cosa imposta per lavoro.
La goccia che fa traboccare il vaso però è la ragazzina che ti urta al centro commerciale, si gira e ti dice "Mi scusi", con in faccia lo stesso sguardo compassionevole che riserverebbe a un cagnolino abbandonato sul ciglio della statale. In quell'istante capisci tutto. 
Io la settimana prossima compio 28 anni, sono ancora una ragazza, ma mi rendo conto che per le sedicenni di oggi sembro Mara Maionchi in versione Made in Sardinia. 
I 16 anni erano fantastici, e i 17 e i 18 ancora di più, ma quante cose ho scoperto e imparato in tutti questi anni.... 
Qualche volta mi piacerebbe tornare indietro, ma al solo pensiero di rifare tutta la strada fino a qui mi vengono le vertigini. Meglio restare dove sono e andare avanti, comunque vada...


Una torta senza burro e senza uova. Credevo uscisse una schifezza colossale, invece mi sono dovuta ricredere. E' ottima. Però se la fate cuocere troppo uscirà un pochino troppo asciutta, ma si può rimediare con una bella cucchiaiata di panna montata, che tutto farcisce ed esalta.

TORTA AL CIOCCOLATO SENZA UOVA E SENZA BURRO.

200 gr di farina
200 gr di zucchero
75 gr di cacao amaro
400 gr di latte
1 bicchierino di olio di semi di girasole (40 ml)
1 bustina di lievito per dolci

Misceliamo la farina con lo zucchero, il cacao e il lievito.
Mescolando aggiungiamo poco per volta il latte e l'olio di semi di girasole.
L'impasto sarà molto liquido.
Cuociamo a 170°C circa per 30-35 minuti.
Controlliamo la cottura con uno stuzzicadenti: il dolce è pronto quando esce umido, ma non bagnato.
Togliamo dal forno, facciamo freddare e spolveriamo con abbondante cacao.

9 commenti:

elena ha detto...

Grazie della ricetta, interessante davvero...sulle tue riflessioni sorvolo, ci sono già passata ho una quindicina di anni in più quindi occhio e croce sono del giussaco... ti assicuro che è ancor peggio quando tu dai del tu alle commesse e loro ti danno del lei (mi è successo proprio ieri), allora ritorno velocemente al lei pensando che si sia offesa e invece ti risponde "Signora mi dia pure del tu..." in quel momento ti passa davanti la tua carta d'identità....grrrrrrrrrrrrr!

Ilaria ha detto...

Anche a me fa uno strano effetto sentirmi dare del lei. Mi domando sempre un po' stupita se stiano parlando con me o con la mia controfigura alle mie spalle. Ma "purtroppo" stanno proprio parlando con me!
Questa torta così cioccolatosa è spettacolare. Ti è venuta una meraviglia.
Buona settimana.

MiniCuoca91 ha detto...

sai che ho fatto una torta simile mesi fa? E' eccezionale!! Comunque guarda, hanno dato del lei anche a me e ho 20 anni!!!! Figurati come mi sono sentita!!!!! E meno male che mi dicono tutti che sembro più piccola!!! xD

Francesca ha detto...

Mhh niente male questa torta senza burro :) me la annoto subito!

Michela ha detto...

questa l'h già provata anch'io... è davvero proprio buona!

volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
da pochissimo ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!

a presto,
Michela

Serena | SereInCucina ha detto...

oddio. hai ragione. e io sono già a quota 31!! :) e la prima volta che mi è successo ne avrò avuti 27 ed ero al cinema con una mia amica (mia coetanea!) e ci siamo guardate e... scoppiate a ridere? la sai una cosa? sto iniziando ad apprezzare questa storia dell'invecchiamento, e della maturità. e credo che la faccenda assomigli proprio ad un bel bicchiere di barolo... :) bacino, sere

towerz ha detto...

ciao, questa torta mi incuriosisce proprio e vorrei provarla, ma....cosa intendi per "bicchierino" (quello per l'olio di semi...)
grazie mille !!!

Roberta ha detto...

Ho corretto la ricetta, hai ragione, non avevo indicato a quanto corrispondeva il famoso bicchierino d'olio...

Elvira Coot ha detto...

Quanto hai ragione... Anche perché l'abisso tra le 30enni e le 20enni di oggi é talmente grande che sembra di vedere una battaglia tra Spice Girls e Abba!
Ad ogni modo, torta molto interessante, sicuro la proverò al mio rientro.

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.