domenica 14 ottobre 2012

Il pandolce per l'MT Challenge: in due versioni...

Io di cultura ebraica ne so pochissimo, e le uniche nozioni che possiedo le ho acquisite guardando Sex and the City. Avete presente quando Charlotte decide di farsi ebrea in previsione del suo matrimonio con Harry?
Immaginate quello che so della cucina...
Questo non ha fermato la mia curiosità e la mia voglia di mettermi alla prova con la rivisitazione di un pane dal valore simbolico fortissimo, simbolo dello Shabbat e della convivialità ad esso correlata.
Ho scoperto che si prepara in dose doppia a rappresentare la manna che il venerdì scendeva dal cielo in dose doppia perchè il sabato non si poteva raccogliere e che i semi di papavero con cui si cosparge la superficie indicano la manna stessa, che Dio generosamente donava agli uomini.

La sfida dell'MT stavolta è carica di emozioni e significato, almeno per me.
Come da regolamento ho usato la ricetta di Eleonora che vi riporterò con un velocissimo copia e incolla, personalizzando il ripieno con due gusti differenti visto che Stefano di confettura non ne vuole neanche sentir parlare.



PANDOLCE DEL SABATO


per due trecce ripiene:

500 gr di farina 0

2 uova grandi medie (circa 60-62 gr con il guscio)



100 gr di zucchero
20 gr di lievito di birra 
125 ml di acqua tiepida
125 ml di olio extra vergine d'oliva
10 gr di sale
un tuorlo d'uovo
un cucchiaio di acqua
semi di sesamo e papavero


Prima di tutto e importantissimo, setacciare la farina.
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida insieme a un cucchiaino di zucchero e far riposare una decina di minuti fino a far formare una schiuma. Mischiare la farina, il sale e lo zucchero e versarci il lievito e cominciare ad impastare, versare poi l'olio e per ultimo le uova, uno ad uno, fino alla loro incorporazione. Lavorare fino a che l'impasto si stacchi perfettamente dalla ciotola, lasciandola pulita.
Lasciar lievitare per almeno due ore, dopodichè, sgonfiare l'impasto e tagliarlo in due parti uguali. Tagliare poi ognuna delle parti in tre.
Stendere su un piano infarinato ognuna delle parti lunghe circa 35 centimetri e larghe 15. Spargere il ripieno.

Arrotolarle poi sulla lunghezza, in modo da ottenere tre lungi "salsicciotti".
Unirli da un capo e cominciare ad intrecciare.
Ripetere l'operazione per la seconda treccia. Adagiare le trecce su una placca da forno unta di olio. Lasciare lievitare ancora due ore. 
Sbattere il tuorlo d'uovo con un cucchiaio di acqua e spennellarlo sulla superficie; spolverare di semi di sesamo o papavero.
 Infornare in forno già caldo e STATICO a 200°C per circa 15-20 minuti.



PANDOLCE ALLE TRE CONFETTURE


 In questo caso mi sono divertita a riempire la mia treccia con tre tipi di confettura diversa usando le mini dosi alla fragola, ciliegia e albicocca. Purtroppo è difficile tenerla dentro i "salsicciotti" evitando che sfori da tutte le parti durante la cottura, ma il risultato anche se non bellissimo è sicuramente molto piacevole.

Condimento realizzato con:

3 mini dosi di confetture diverse
3 cucchiai di differenti confetture in barattolo





PANDOLCE SIMIL NUTELLA


L'altra versione del mio pandolce avrei voluto fosse alla Nutella ma essendo il latte vietato in questo caso ho dovuto optare per una versione home made che mi ricordasse quel sapore delizioso.
Allora ho unito dell'ottimo cioccolato extra fondente con delle nocciole, e voilà, il gusto perfetto!
Dalle foto si vede che non ho saputo resistere (basta notare il cioccolato ancora sciolto) e appena tolto dal forno ho tagliato il mio pan dolce, ho fatto gli scatti necessari e mi sono lasciata tentare da una fetta di paradiso. Bastava veramente poco per completare una ricetta già ottima di suo.


Ripieno realizzato con:

3 cucchiai abbondanti di cioccolato extra fondente tritato
3 cucchiai colmi di nocciole tritate






7 commenti:

SQUISITO ha detto...

semplicemente goloso!
bravissima!
un bacio

Loredana ha detto...

Che golosità, quale scegliere?...ma perchè scegliere, li voglio tutti!!

ciao loredana

valentina ha detto...

Mi fai venire voglia di farlo!!!! Anch'io sono nel giro dell'mtc ....ma questo mese non mi ispira molto...vedendo il tuo pane però....cosa dici è venuto buono?

Alessandra Gennaro ha detto...

rido!!! la Charlotte di Sex and the City!!! ma non sposava uno scozzese? o mi confondo con quattro matrimoni e un funerale?
Due pani bellissimi, tornando in tema: ne apprezzo la morbidezza e l'umidirità dei ripieni, che si vede ad occhio nudo e che per me rappresenta una marcia in più. anche la scelta della "simil nutella" è totalmente allineata alle regole della sfida e, insomma: un bel "brava!" non te lo toglie nessuno!
Grazie ancora!

Giusy Manzella ha detto...

Sembra buonissimo!!!

NEW OUTFIT_MFW
http://www.cheapandglamour.com/2012/10/4th-outfit-of-mfwmilitary-green-yellow.html

๓คקเ ha detto...

Bellissimissimissime queste trecce, e davvero golosi i ripieni!!!

Eleonora Colagrosso ha detto...

Riprendo il commento di Alessandra...magnifici, morbidi, umidi, golosi... veramnte bravissima!

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.