venerdì 26 aprile 2013

Pollo fritto allo zafferano


Ricordo un pomeriggio di tanti anni fa', era il 9 maggio e avrò avuto più o meno 10 anni o poco più. Lo ricordo per il semplice fatto che in quella data feci il primo bagno al mare. Come sono cambiati i tempi... Ora alla fine di aprile porto il piumino e la sciarpa nonostante la primavera sia iniziata da un pezzo e spero in una giornata di sole che mi faccia asciugare le ossa e tornare la voglia di passare del tempo fuori casa.
Invece mi sento stanca e fiacca, fosse per me dormirei e basta per un mesetto per poi risvegliarmi a giugno.
Peccato che il letargo per gli umani non sia contemplato dalla natura e mi tocchi continuare con la solita routine fino a che il sole non si deciderà a scaldare terra e mare.
Mentre aspettiamo gustatevi queste coscette di pollo, sono ottime ma attenzione alla cottura, nessuno vuole mangiare carne di pollo di cruda.


Ingredienti:

4 cosce di pollo
1 rametto di rosmarino
3 foglie di salvia
2 foglie di alloro
1 bustina di zafferano
olio extra vergine di oliva
sale e pepe
olio di semi per friggere

Per la pastella:

100 gr di farina
1 uovo
birra chiara q.b.
1/2 bustina di zafferano
sale

Laviamo e asciughiamo le cosce, poi facciamole rosolare in padella con un filo d'olio, sale e le erbe aromatiche. Cuociamo a fuoco medio per 5 minuti rigirandole spesso. Togliamo le erbe e aggiungiamo un bicchiere d'acqua calda in cui avremo sciolto lo zafferano; continuiamo a cuocere fino a che il sugo si sarà ristretto. Togliamo le cosce dal tegame, asciughiamole con carta da cucina e facciamole raffreddare.
Intanto prepariamo la pastella mescolando la farina con l'uovo e un pizzico di sale, poi aggiungiamo in maniera graduale la birra fino ad ottenere un impasto denso ma allo stesso tempo fluido.
Scaldiamo l'olio per friggere: quando sarà quasi a temperatura facciamo dei taglietti sulla pelle del pollo con un coltello affilato e immergiamole nella pastella. Friggiamole per circa 10 minuti, quindi scoliamo e serviamo subito.



4 commenti:

Roberta ha detto...

Buonissime!!!! E' vero, il pollo crudo è orribile...ma ben cotto e fritto come lo fai tu deve essere gustosissimo!!!!! :))
Buon we!

Viviana Aiello ha detto...

anche io cadrei in letargo, qst primavera non vuol proprio sentirne di arrivare e sto fiaccherella anche io un bel pò. Devo preparare il pollo fritto presto, non ho mai messo lo zafferano e la prossima volta, lo farò. Grazie grazie :*

Kety ha detto...

Hai ragione, questa primavera ballerina non ci aiuta a sentirci al top...
Spesso la fiacca e la spossatezza la fanno da padrona!
Passerà, certo che passerà!
Queste coscette di pollo perfettamente fritte potrebbero essere un buon aiuto per scacciare via i grigiori dell'inverno, perciò: da fare! :)

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Piccoli, medi o lunghi periodi di letargo ci vorrebbero proprio per rcaricare le pile.
Mi piace l'uso dello zafferano in questa ricetta!

Fabio

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.