martedì 14 maggio 2013

Verdure arrosto molto facili.... e i giovani choosy


Qualche settimana fa, discussione con un paziente:
"Mia figlia poverina non trova lavoro, tu sei fortunata ad avere uno stipendio"
"Bè fortunata non proprio, diciamo che ho studiato tanto, mi sono laureata e per mia fortuna ho scelto una professione che amo tanto e per cui c'è forte richiesta; ma tua figlia che studi ha fatto?"
"Lei è laureata, anzi no, diplomata alla ragioneria, ma per lei non c'è nulla"
" Ma sta cercando in questo momento?"
"No, perchè non c'è lavoro"
"E cosa aspetta, che le bussino alla porta proponendole un posto a tempo indeterminato come impiegata?"
Cambio repentino di discorso...
"Mio figlio un paio di anni fa' ha provato a fare il test per entrare in infermieristica ma è un mondo di corrotti, c'era gente raccomandata e non è riuscito a entrare. Tu sicuramente avrai avuto qualche aiuto"
"No guarda, io santi in paradiso non ne ho, anche lì ho studiato tanto e sono entrata diciassettesima su quasi 500 persone"
"Allora sei stata fortunata"
"O forse sono solo più intelligente di tuo figlio".
Silenzio...

Ora, non voglio dire che non esista una crisi economica in Italia o che basti svegliarsi la mattina e chiamare  l'ufficio di collocamento per trovare lavoro, ma non si può neanche restare in casa ad aspettare la manna dal cielo. Nè continuare a dedicarsi a studi che non permettono di guadagnarsi il pane come LETTERE ANTICHE, STORIA, BENI CULTURALI  e affini. Non critico chi ha fatto queste scelte, capisco che lo studio è amore, ma non si pagano le bollette solo con i sogni. 
Purtroppo spesso i ragazzi della mia generazione sono pompati da genitori che hanno fatto tanti sacrifici e che pur di vedere realizzata la propria prole è disposta a tenerseli in casa vita natural durante. 
Fare la commessa, la ragazza delle pulizie o la badante per molti conoscenti è disdicevole, come se si andasse a rubare. Mi sa che i giovani italiani sono davvero un po' choosy...

Parliamo di cibo ora, anche se so che sicuramente con questo post mi attirerò le ire di tante persone, al di là della ricetta del giorno. Niente di che, solo un modo diverso per preparare le verdure senza perdere tempo o stare davanti ai fornelli per ore, tanto fa tutto il forno.

Ingredienti:

2 melanzane nere
3 patate
3 cipolle
2 zucchine
2 foglie di alloro
un rametto di rosmarino
menta piperita fresca
timo
origano fresco
4-5 foglie di salvia
sale e pepe a piacere
olio extravergine d'oliva

Laviamo e asciughiamo le verdure. Peliamo le patate. Tagliamo in pezzi più lunghi che larghi le verdure, e le cipolle spacchiamole in quattro. Durante il taglio teniamo conto anche dei vari tempi di cottura, visto che ortaggi come le patate richiedono molto più tempo delle zucchine o delle melanzane.
Mettiamo tutte le verdure in una terrina capiente, uniamo le spezie, il sale e il pepe e un filo abbondante di olio. Mescoliamo bene e lasciamo insaporire per una trentina di minuti, poi versiamo tutto su una teglia capiente su cui le verdure possano stare in un unico strato. Infine cuociamo in forno a 200°C per circa 45 minuti sul ripiano medio mescolando di tanto in tanto per evitare che cuociano molto da un lato e poco dall'altro. Serviamo calde o fredde a piacere.


2 commenti:

Virginia ha detto...

sempre buone le verdure grigliate! Complimenti! :)

cam4cam ha detto...

Ottima ricetta, complimenti anche per come spieghi i vari procedimenti.

ricette tradizionali italiane: www.CostanzaRiccardo.it

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Critiche, consigli e opinioni sono sempre ben accetti, basta che siano espressi con educazione e linguaggio appropriato.